* Ampio serbatoio combustibile
Stufa a Pellet
* Costruita con i migliori materiali
* Facilità di pulizia
* Top e fronte in ghisa - Fianchi in ceramica
* 5 anni di garanzia - Costruzione italiana
* Disponibile nelle potenze da
8 Kw
* Estrema cura nelle finiture
* Disponibile in diverse colorazioni
Mod. ARIES - 8 Kw
Copyright 2009 - P.Iva 01471120889
Prezzo Promozionale riservato solo per le prime 3 stufe ordinate !
scopri gli straordinari
prezzi degli altri modelli
* Centralina elettronica con logica di
* Pannello comandi facile ed intuitivo
funzionamento a stati
* Telecomando di serie
a sole
euro + Iva
Le stufe ventilate prodotte da CT Pasqualicchio, facili da istallare e intuitive da utilizzare, consentono di ottenere un grande risparmio sui costi del combustibile.

Il pellet, stoccato opportunamente nell’apposito silos accessibile mediante il coperchio situato nella parte superiore-posteriore della stufa, viene prelevato da una valvola stellare azionata da un motore che ne dosa la quantità e lo fa cadere all’interno del braciere in ghisa attraverso un condotto. Il combustibile arrivato all’interno del braciere comincia la combustione, con l’ausilio di una candeletta ad incandescenza.
Al contrario di altre fonti di riscaldamento, nella Stufa il tiraggio è forzato poiché c’è un aspiratore fumi composto da una ventola a geometria radiale in acciaio INOX che, creando una depressione all’interno della camera di combustione, fa sì che i fumi, attraversando un percorso obbligato, scambino energia termica con l’aria spinta dalla ventola ambiente. I fumi vengono poi evacuati attraverso la canna fumaria.
Durante il processo di combustione, è quindi possibile dividere idealmente il calore in due aliquote: una prima, che chiameremo diretta, viene fornita per conduzione e irraggiamento dalla fiamma viva all’intercapedine; una seconda, che chiameremo indiretta, viene fornita dai fumi per convezione.
L’aria statica presente a contatto con la carcassa della stufa e all’interno dell’intercapedine, viene spinta nell’ambiente mediante un apposito ventilatore radiale atto a svolgere un duplice compito: raffreddare il corpo caldaia e, allo stesso tempo, riscaldare l’ambiente circostante.
Il funzionamento della stufa ad aria è molto semplice e completamente regolato da un sistema elettronico progettato per dosare automaticamente la quantità di combustibile in funzione della temperatura rilevata dai fumi e dalla temperatura ambiente.
La centralina opera su 3 stati:
• Accensione: avviene il carico di combustibile e si avviano i processi di combustione
• Potenza massima: il macchinario giunge alla massima potenza al fine di arrivare nel minor tempo possibile alla temperatura impostata sul termoregolare.
• Modulazione: la mandata di combustibile si riduce a mano a mano che ci si avvicina alla temperatura impostata. Una volta raggiunta tale temperatura, ci sarà una minima mandata di combustibile atta a tenere costante la temperatura raggiunta e, allo stesso tempo, a mantenere un letto di braci tale da rendere il sistema pronto per eventuali ripartenze come, ad esempio, un’improvvisa richiesta di calore.